Presentazione del programma

Il miglioramento della qualità dell’assistenza rappresenta da sempre un obiettivo primario per tutti i professionisti e le organizzazioni sanitarie.

Per garantire e migliorare la qualità è sicuramente necessario riorganizzare le risorse disponibili ed utilizzare gli strumenti informatici che il rapido progresso tecnologico mette a disposizione della comunità scientifica, ma ancor più importante è coinvolgere i professionisti, valorizzandone le caratteristiche e le abilità, stimolandone le interazioni e le capacità propositive.

Negli ultimi anni si sono sviluppati approcci e metodologie, che pur accomunati dal perseguimento della qualità, hanno dimostrato finalità e caratteristiche diverse. Purtroppo ciò che troppo spesso ha caratterizzato questi modelli, in genere applicati per imposizioni legislative, è stata l’incapacità di focalizzare l’attenzione sulla componente professionale.

Per sopperire, almeno parzialmente a questa esigenza, la Società Italiana di Medicina Interna ha ritenuto opportuno istituire un proprio Programma di Accreditamento Professionale.

Gli obiettivi prioritari che SIMI ha inteso perseguire con l’avvio del Programma sono:

– valorizzare la specificità della Medicina Interna evidenziando l’approccio globale nella presa in carico e nella gestione del paziente
– rafforzare il ruolo di SIMI come soggetto qualificato per promuovere il miglioramento continuo delle competenze dei professionisti della disciplina,
– favorire l’implementazione nella pratica clinica quotidiana delle migliori evidenze scientifiche disponibili,
– supportare le UUOO nel miglioramento dell’appropriatezza e l’efficacia dei loro interventi predisponendo e tenendo aggiornato un idoneo set di requisiti professionali con cui confrontarsi,
– promuovere nelle UUOO l’adozione di un sistema di governo organico e capace di migliorare nel tempo la qualità delle prestazioni erogate a fronte della valutazione interna dei risultati conseguiti,
– attivare un processo di valutazione professionalmente qualificato (tra pari), oggettivo, indipendente e sistematico del rispetto dei requisiti e del conseguimento dei risultati,
– conseguire sul territorio nazionale un’ampia adesione al sistema di accreditamento professionale da parte delle UUOO di Medicina Interna,
– offrire ai Responsabili delle UUOO uno strumento di valorizzazione del livello qualitativo raggiunto anche nei confronti dell’amministrazione presso cui opera.

Le peculiarità del modello sviluppato sono le seguenti:

– centralità dei professionisti nella definizione dei requisiti e nella valutazione del modello di accreditamento riferito all’intera equipe in modo da garantire all’utente omogeneità di approccio all’interno dell’Unità Operativa che lo prende in carico,
– set di requisiti il cui rispetto dia evidenza dell’applicazione delle “best practices” inerenti le problematiche di salute, privilegiando quelli che garantiscono la gestione globale del paziente, ma selezionando solo quelli su cui le UUOO abbiano effettiva capacità di governo,
– set di requisiti in grado di integrarsi con eventuali altri modelli di riferimento (accreditamento istituzionale, certificazione ISO, ecc.) focalizzandone gli aspetti tecnico professionali,
– volontarietà dell’adesione all’accreditamento professionale,
– approccio non sanzionatorio e che garantisca riservatezza su eventuali valutazioni negative.

I documenti di riferimento che stabiliscono obiettivi, standard di qualità, criteri di valutazione e procedure di accreditamento sono disponibili nella sezione Qsimi .