Carissime, Carissimi,

è con grande piacere e soddisfazione che vi comunico che la Società Italiana di Medicina interna è stata inserita dal Ministero della Salute nell’Elenco delle società scientifiche e delle associazioni tecnico-scientifiche delle professioni sanitarie in attuazione dell’articolo 5 della Legge 8 marzo 2017, n. 24 (Legge Gelli) e del Decreto ministeriale 2 agosto 2017.
La Notizia, pubblicata ieri dal Ministero (http://www.salute.gov.it/portale/news/p3_2_1_1_1.jsp?lingua=italiano&menu=notizie&p=dalministero&id=3532), riporta l’elenco (scarica) delle 293 società scientifiche ed associazioni (su 457 istanze di iscrizione) che hanno superato la valutazione.

Questo è un importante risultato per SIMI, al termine di un lungo processo, ed un riconoscimento per il lavoro svolto da chi mi ha preceduto, Francesco Perticone, e da chi ha operato per SIMI nell’opera di messa a punto presso il Ministero e l’ISS di questa legge e dei decreti attuativi.

L’endorsement ministeriale ci permetterà, in particolare, di partecipare con altre Società Scientifiche alla stesura di linee guida nazionali, uno degli obiettivi strategici del mio mandato.

Una riflessione a latere. Taluni, conoscendo cosa SIMI è e cosa SIMI è stata, il suo spessore scientifico e culturale, l’impatto sulla formazione e l’innovazione, veri cardini alla base dei comportamenti professionali, potrebbero considerare ovvio l’esito della valutazione e non trovare di particolare rilevanza la notizia. Va però ricordato -e la quotidianità ce lo insegna- che nulla può esser oggi dato per scontato né acquisito, anche a prescindere da competenze e meriti. Accettiamo quindi con soddisfazione e compiacimento quello che considero, fiducioso, sia un importante punto di partenza.

Cordiali saluti

Antonello Pietrangelo