Regolamento Gruppo GIS (Giovani Internisti SIMI)

Articolo 1. Finalità del Gruppo GIS

Il GIS è composto da tutti i Soci SIMI, Ordinari e Junior, di età inferiore o uguale a 40 anni.

Missione specifica del GIS è quella di ispirare, promuovere e organizzare  –di concerto con il  Presidente e il Consiglio Direttivo SIMI– la partecipazione dei giovani internisti italiani alla vita della Società, in particolare operando nei campi della formazione e della ricerca scientifica.

Articolo 2.  Le Sezioni Regionali e Interregionali

Le attività del GIS sono coordinate a livello nazionale dal Gruppo dei Referenti  delle Sezioni Regionali (Abruzzo, Calabria, Campania, Lombardia, Sardegna, Sicilia) ed Interregionali (Emilia Romagna-Marche, Lazio-Molise, Piemonte-Liguria-Valle d’Aosta, Puglia-Basilicata, Toscana-Umbria, Triveneto cui afferiscono Veneto, Trentino Aldo Adige, Friuli Venezia Giulia).

Il Gruppo dei Referenti si riunisce due volte l’anno: in occasione del Congresso Nazionale SIMI e in un incontro presso la sede della Società nei mesi di Marzo-Aprile. Il Gruppo dei Referenti ha facoltà di riunirsi eventualmente in altre occasioni secondo necessità.

Ogni attività nazionale a nome del GIS deve ottenere l’autorizzazione della maggioranza del Gruppo dei Referenti e del Consiglio Direttivo SIMI.

Ogni attività regionale promossa dal GIS deve coinvolgere attivamente nell’organizzazione, oltre ai Referenti, tutti gli iscritti GIS di quella Sezione, in accordo con il rispettivo Consiglio Direttivo Regionale. Tali attività devono essere divulgate ai Referenti Regionali di tutte le altre Sezioni SIMI.

Il Gruppo dei Referenti è stabilmente suddiviso in 5 Commissioni Operative:

a) Commissione Comunicazione/Web

b) Commissione Congresso/Rapporti intersocietari

c) Commissione Formazione

d) Commissione Regolamento

e) Commissione Ricerca

È facoltà del Gruppo dei Referenti votare a maggioranza la formazione o lo scioglimento di Commissioni Operative o Gruppi di lavoro transitori, secondo necessità per motivazioni/iniziative a favore della Società e del Gruppo GIS.

Articolo 3. L’elezione dei Referenti Regionali

L’elezione dei Referenti Regionali avviene ad opera dei Soci Ordinari GIS di ciascuna Sezione che siano in regola con il pagamento della quota associativa annuale.

Sono eleggibili come Referenti tutti i Soci Ordinari GIS in regola con il pagamento della quota associativa annuale e che non abbiano compiuto il 38° anno di età.

L’elezione dei singoli Referenti deve avvenire nell’ambito del Congresso Regionale. Qualora non si svolgesse il Congresso Regionale, l’elezione avverrà durante il Congresso Nazionale. Alle operazioni di voto dovrà essere presente la Segretaria Amministrativa Nazionale per verificare il diritto al voto dei Soci e la eleggibilità dei candidati.

Non sono ammesse deleghe.

In caso di parità di voti si considera eletto il più anziano di età.

I Referenti durano in carica 3 anni e non sono immediatamente rieleggibili.

Spetta al Referente in scadenza informare la Segreteria Amministrativa del termine del proprio mandato tre mesi prima della data di scadenza dello stesso. Contestualmente inviterà i Soci Ordinari GIS della propria Sezione, interessati alla candidatura, ad inviargli curriculum vitae e lettera di motivazione entro un mese dalla data delle elezioni. Il Referente in scadenza inoltrerà quindi alla Segreteria i nominativi pervenuti per verificarne la candidabilità.

In assenza di autocandidature, sarà compito del Coordinatore Nazionale e del Referente in scadenza contattare il Presidente Regionale e i Direttori delle Scuole di Specializzazione al fine di identificare potenziali candidati.

In caso di mancata risposta o assenza di identificazione di candidati da parte del Presidente Regionale o dei Direttori delle Scuole di Specializzazione, la questione sarà rimessa al Presidente Nazionale.

La comunicazione delle elezioni dei Referenti verrà inviata 15 giorni prima del giorno fissato per le votazioni, specificando data, ora e luogo delle stesse.

Articolo 4. Il Coordinatore Nazionale e il suo Vice

Il Gruppo dei Referenti elegge a maggioranza un Coordinatore Nazionale in occasione dell’Assemblea del Gruppo nell’ambito del Congresso Nazionale. Hanno diritto di voto solo i Referenti presenti all’Assemblea stessa. Ulteriori figure GIS presenti durante l’Assemblea possono eventualmente proporre un candidato.

Il Coordinatore Nazionale dura in carica 2 anni e non è immediatamente rieleggibile. Al momento della sua elezione, il neo Coordinatore Nazionale proporrà al Gruppo dei Referenti la figura di un Vice Coordinatore Nazionale tra i Referenti in carica, che dovrà essere eletto a maggioranza dal Gruppo dei Referenti.

Il Vice Coordinatore Nazionale svolge le funzioni del Coordinatore Nazionale in caso di sua assenza o impedimento, e lo sostituisce, in caso di sue dimissioni, fino alle elezioni previste durante il Congresso Nazionale.

Nell’incontro di Marzo-Aprile, il Coordinatore Nazionale prossimo alla scadenza, proporrà quale candidato alla successione il Vice Coordinatore Nazionale. In caso di approvazione della proposta a maggioranza dei presenti il Vice Coordinatore Nazionale assumerà la carica in occasione del successivo Congresso Nazionale. Se non si raggiunge la maggioranza, i Referenti o ex Referenti interessati  invieranno al Coordinatore Nazionale le candidature entro un mese dalla data del Congresso Nazionale. Si procederà quindi a regolare elezione con votazione a maggioranza  durante l’Assemblea del Gruppo dei Referenti.

I criteri di candidabilità del Coordinatore Nazionale sono:

  • stessa età di candidabilità dei Referenti e regolare pagamento della quota associativa annuale come Socio Ordinario GIS (articolo 3, comma 2);
  • esperienza di Referente e/o Rappresentante EFIM di almeno 1 anno.

In caso di parità di voti tra i candidati, sarà eletto il candidato più anziano di età.

La carica di Coordinatore Nazionale è incompatibile con quella di Referente, con altre cariche presso lo Young Internists Group della EFIM e con qualunque carica presso altre società scientifiche.

Qualora il neo Coordinatore Nazionale sia un Referente o il Rappresentante Italiano dello Young Internists Group della EFIM, tali posti rimasti vacanti verranno ricoperti secondo le modalità descritte all’articolo 5, comma 3.

La carica di Vice Coordinatore Nazionale è compatibile con quella di Referente. Il Vice Coordinatore Nazionale sarà considerato membro del Gruppo dei Referenti fino alla scadenza del mandato del Coordinatore Nazionale.

Articolo 5. Funzioni e finalità dei Referenti Regionali

Ogni Sezione elegge 2 Referenti. Per motivi organizzativi o geografici tale numero può essere aumentato a 3 previa approvazione del Gruppo dei Referenti. All’interno di ogni Sezione devono essere presenti Referenti che appartengono a province/regioni/università differenti al fine di garantire una maggiore rappresentatività territoriale.

L’attività di ogni singolo Referente verrà valutata annualmente dal Coordinatore Nazionale e dal Gruppo dei Referenti, che potranno proporre l’esclusione di un Referente in caso di sua prolungata inattività o per motivazioni ritenute particolarmente gravi, previo consenso di almeno i due terzi del Gruppo dei Referenti, del Presidente e del Consiglio Direttivo SIMI.

Qualora un Referente  abbia a cessare prima del termine del mandato, gli succederà, acquisendone l’anzianità, il primo dei non eletti nella corrispondente elezione. In mancanza di accettazione del mandato o di non eletti, il posto rimarrà vacante fino alle elezioni che avverranno durante il primo Congresso Regionale o Nazionale utile.

L’incarico di Referente GIS è compatibile con incarichi in altre società scientifiche ad eccezione di un’eventuale Presidenza.

Gli ex Referenti GIS, su invito del Coordinatore Nazionale, possono partecipare all’Assemblea del Gruppo dei Referenti o possono comunque essere cooptati per iniziative inerenti i campi di formazione e ricerca scientifica promosse dal Gruppo dei Referenti, purché siano ancora Soci GIS. Essi non hanno diritto di voto.

Articolo 6. Il Gruppo dei Referenti e le figure GIS Internazionali

Il Gruppo dei Referenti elegge a maggioranza, tra i suoi membri, il Rappresentante Italiano degli Young Internists della European Federation of Internal Medicine EFIM, in occasione di un incontro ufficiale del Gruppo nell’ambito del Congresso Nazionale. Tale mandato ha una durata di 3 anni e il Rappresentante uscente non è immediatamente rieleggibile.

In caso di assenza di candidati all’interno del Gruppo dei Referenti, spetterà al Coordinatore Nazionale individuare e proporre la candidatura di ex Referenti GIS che non abbiano compiuto il 38° anno di età e siano in regola con il pagamento della quota associativa annuale.

Le cariche di Referente e di Rappresentante Italiano degli Young Internists EFIM non sono compatibili. Il posto di Referente rimasto vacante verrà colmato secondo le modalità descritte all’articolo 5, comma 3.

In caso di dimissioni del Rappresentante Italiano degli Young Internists dall’EFIM, si procederà a nuove elezioni secondo il comma 1 del presente articolo.

Il Rappresentante Italiano degli Young Internists della EFIM, il Subcommittee Member, il Segretario o il Presidente degli European Young Internists, qualora siano ancora appartenenti al GIS, possono partecipare all’Assemblea del Gruppo dei Referenti e proporre iniziative, senza diritto di voto. Se il Rappresentante Italiano degli Young Internists della EFIM termina il suo mandato triennale ma è ancora in carica come Subcommittee Member, Segretario o Presidente, continuerà a far parte del Gruppo dei Referenti senza diritto di voto.

Articolo 7. Le Commissioni Operative

Ogni Commissione Operativa è composta da 5 a 10 membri (Referenti, Rappresentante Italiano degli Young Internists Group della EFIM,  Vice Coordinatore Nazionale, Coordinatori Senior, ex Referenti).

Ciascuna Commissione ha un Capogruppo eletto a maggioranza dai Referenti su proposta del Coordinatore Nazionale. Ogni membro può far parte fino ad un massimo di 2 Commissioni Operative contemporaneamente non potendo tuttavia risultare Capogruppo di entrambe.

La composizione di una Commissione Operativa viene stabilita dal Coordinatore Nazionale previa consultazione con il Consiglio dei Capigruppo.

Il Coordinatore Nazionale coordina l’attività delle Commissioni Operative senza tuttavia farne direttamente parte; egli può rimodulare le composizioni  delle Commissioni in caso lo ritenga opportuno per specifiche condizioni.

In occasione del Congresso Nazionale ogni Commissione Operativa espone al Gruppo dei Referenti gli obiettivi minimi da raggiungere nei 12 mesi successivi.

L’attività delle Commissioni Operative viene valutata collegialmente in occasione delle riunioni del Gruppo dei Referenti. Spetta al Coordinatore Nazionale, in accordo col Consiglio dei Capigruppo, valutare l’opportunità di sciogliere o riformare una Commissione Operativa in caso di sua inattività.

Ogni Commissione Operativa, se lo ritiene necessario per l’espletamento del proprio compito, può indire periodicamente delle riunioni (sede e data da concordare in base alle esigenze del gruppo).

Le Commissioni Operative possono avvalersi per lo svolgimento delle proprie attività del supporto di Task Force costituite da membri del GIS. La costituzione di una Task Force verrà valutata e approvata a maggioranza dal Gruppo dei Referenti previa valutazione dei propri obiettivi e delle proprie finalità. Potranno far parte delle Task Force anche ex Referenti per mantenere la continuità dell’eventuale progetto da loro iniziato.

Sarà compito del Coordinatore Nazionale e del suo Vice essere garanti per la continuità delle attività delle singole Commissioni Operative, per mantenerne la produttività nel tempo.

Articolo 8. I Coordinatori Senior

Qualora il Coordinatore Nazionale ravvisi la necessità di creare un rapporto di continuità all’interno di una Commissione Operativa, egli potrà proporre la nomina di un Capogruppo in scadenza di mandato a “Coordinatore Senior”, che dovrà essere eletto a maggioranza dal Gruppo dei Referenti.

Il Coordinatore Senior deve rispettare i limiti di età previsti per tutti i soci GIS (articolo 3, comma 2) e, pur essendo considerato un membro del Gruppo dei Referenti, non ha diritto di voto.

La carica di Coordinatore Senior ha durata di un anno e la sua figura è rinnovabile di anno in anno, secondo le modalità descritte al comma 1, fino al raggiungimento del limite di età. 

Articolo 9. Il Consiglio dei Capigruppo

Il Consiglio dei Capigruppo è costituito da: Coordinatore Nazionale, Vice Coordinatore Nazionale, Capigruppo delle Commissioni Operative, Coordinatori Senior e Rappresentante Italiano degli Young Internists della EFIM. Qualora il Subcommittee Member, il Segretario o il Presidente degli European Young Internists siano italiani e Soci GIS, anche essi potranno far parte del Consiglio dei Capigruppo senza comunque avere diritto di voto per eventuali decisioni.

Tale Consiglio può essere consultato dal Coordinatore Nazionale ogni volta che lo riterrà opportuno.

Il Consiglio dei Capigruppo voterà a maggioranza, di volta in volta, l’opportunità di far partecipare alle proprie riunioni membri esterni proposti dai Consiglieri stessi.

Articolo 10. Le Commissioni

a)     Commissione Comunicazione/Web

La Commissione concorda con il Web Editor SIMI la struttura dello spazio GIS presente sul sito istituzionale ed è responsabile dei contenuti trasmessi alla Segreteria SIMI.

Essa si occupa di condividere sul Web casi clinici, revisioni di articoli di letteratura e altro materiale formativo rivolto all’attenzione dei membri del GIS, nonché di gestire la pagina ufficiale del GIS su Facebook o su altri Social Network.

b)     Commissione Congresso/Rapporti intersocietari

La Commissione ha il compito di curare la parte organizzativa e divulgativa degli spazi riservati al GIS nell’ambito del Congresso Nazionale, di organizzare l’Assemblea Nazionale del GIS, le Tane del giovane internista, L’Eco del GIS e altre iniziative formative nell’ambito del Congresso Nazionale.

Per l’organizzazione delle Tane del giovane internista, ogni membro del Gruppo dei Referenti ha il compito di proporre alla Commissione 2 temi e 2 relatori per ogni tema. Le proposte saranno  votate a maggioranza dal Gruppo dei Referenti e comunicate al Presidente Nazionale. È auspicabile, negli anni, un’adeguata turnazione sia dei temi sia dei relatori delle Tane. La Commissione, inoltre, ha il compito di scegliere, tra il Gruppo dei Referenti, i membri che dovranno moderare le varie Tane.

La Commissione infine ha il compito di nominare un delegato tra i propri componenti che abbia il ruolo di gestire rapporti ed eventuali collaborazioni con altre società scientifiche, enti, organizzazioni che abbiano fini in armonia con quelli del GIS.

c)     Commissione Formazione

La Commissione si occupa di promuovere e organizzare eventi formativi (corsi ECG, corsi di spirometria, etc.) a livello nazionale con il supporto e l’avallo del Presidente Nazionale e del Consiglio Direttivo.

d)     Commissione Regolamento

La Commissione provvede alla stesura e alle modifiche degli articoli del Regolamento GIS. Tali modifiche dovranno essere condivise dal gruppo GIS in occasione di una delle riunioni annuali cui parteciperà la Segretaria della Società. Le modifiche saranno sottoposte al Consiglio Direttivo Nazionale per l’approvazione.

È responsabilità della Commissione applicare e far rispettare tali normative all’interno del GIS.

e)     Commissione Ricerca

La Commissione promuove, organizza e porta a compimento progetti di ricerca su base nazionale o internazionale tramite l’avallo e il supporto del CRIS, Centro di Ricerca Indipendente della Società Italiana di Medicina Interna.

Articolo 11. Altre disposizioni

Per tutto quanto non espressamente previsto nel presente Regolamento, valgono le disposizioni del Codice Civile, delle leggi in materia, dello Statuto e del Regolamento delle Sezioni Regionali ed Interregionali della Società Italiana di Medicina Interna.