testata

Introduzione

La Società Italiana di Medicina interna (SIMI) si pone come scopo la promozione di attività formative, scientifiche, editoriali, culturali, pratiche e sociali proprie della Medicina Interna, con l’intento di educare gli iscritti ai più elevati standard di pratica clinica in ambito diagnostico e terapeutico. La SIMI, nel rispetto della propria missione e vocazione, promuove l’eccellenza nel campo della Medicina Interna per la ricerca e la cura delle malattie attraverso la pianificazione di specifiche attività di ricerca, formative e culturali. Ogni Socio deve sentirsi vincolato a partecipare alle attività della SIMI assicurando il proprio contributo in base alla propria esperienza e competenza. Il Socio esercita i propri compiti in maniera paritaria, senza alcuna discriminazione di genere, nazionalità o origine etnica, sociale o di salute, età e orientamento sessuale, qualifica professionale.

 

Scopo del Codice Etico

Preservare la fiducia nell’integrità, negli standard etici e nella credibilità della SIMI è di fondamentale importanza per raggiungere gli obiettivi che la Società si prefigge. Pertanto, per favorire anche gli standard di etica scientifica e professionale, la SIMI si dota di un codice etico e di comportamento, qui definito Codice Etico. In tale ottica, i membri del Consiglio Direttivo, l’Editor-in-Chief della rivista Internal and Emergency Medicine, il Board Editoriale della stessa e tutti coloro che operano o agiscono, su specifica delega, in nome della SIMI (qui definiti la Leadership SIMI) devono sempre rispettare e conformarsi al seguente codice di comportamento:

  1. Attenersi e rispettare, a tutti gli effetti, il presente Codice Etico e tutte le altre norme e regolamenti della Società. Inoltre, rispettare tutte le leggi e le normative applicabili, nazionali e internazionali, e assicurare la piena collaborazione della Società, quando richiesto, alle Istituzioni e alle persone da esse delegate.
  2. Svolgere le attività societarie con onestà, integrità, diligenza e ragionevole competenza.
  3. Salvo quando altrimenti stabilito o altrimenti richiesto dalla legge, non condividere, copiare, riprodurre, trasmettere, diffondere o divulgare le informazioni riservate relative alle attività della Società e mantenere la massima riservatezza su tutte le riunioni, le deliberazioni e comunicazioni relative alle suddette attività della SIMI.
  4. Esercitare la propria autorità e il buon senso nei rapporti con il personale della Società, i fornitori, i membri e il grande pubblico e rispondere alle esigenze dei membri della Società in modo responsabile, rispettoso e professionale.
  5. Non usare le informazioni fornite dalla Società o acquisite in conseguenza del proprio servizio per la Società in qualsiasi modo diverso da quello richiesto dalle proprie mansioni e ruolo. Inoltre, non fare uso improprio dei beni o risorse della Società e avere sempre cura di mantenere e preservare in sicurezza le proprietà della Società.

 

Regole di trasparenza e interessi finanziari con terzi: dichiarazioni e divulgazione

La SIMI riconosce la necessità di attuare una politica che garantisca equilibrio, indipendenza, obiettività e rigore scientifico nella governance, formazione, ricerca, politica sanitaria ed in tutte le altre attività svolte dalla Società assicurando gli standard legali e normativi. I componenti del Consiglio Direttivo devono essere consapevoli che lo svolgimento del loro incarico istituzionale avviene su mandato di tutti i Soci; pertanto, è loro obbligo la partecipazione alle sedute del Consiglio Direttivo impegnandosi ad una collaborazione proficua, leale e piena, considerando questo un compito prioritario. Ai membri del Consiglio Direttivo non è corrisposta alcuna retribuzione, fatto salvo il rimborso delle spese sostenute per le attività istituzionali svolte per conto della SIMI.

All’inizio del loro mandato, i membri del Consiglio Direttivo e del Board Editoriale di Internal and Emergency Medicine, gli autori di Linee guida SIMI e tutti coloro che agiscono per conto della SIMI sono tenuti a presentare una Dichiarazione di Interessi Finanziari, Commerciali e Intellettuali e ad aggiornarla annualmente. Per il Presidente e l’Editor-in-Chief di Internal and Emergency Medicine, l’informazione deve essere resa pubblica sul sito web della Società e della rivista.

Presidente e Consiglio Direttivo SIMI. Per tutta la durata del suo mandato il Presidente della SIMI non partecipa ad eventi o iniziative sponsorizzati da industrie farmaceutiche, biomedicali o produttrici di apparecchi medicali che prevedano compensi diretti o che abbiano finalità esclusivamente commerciali (vedi oltre).

Congresso nazionale e regionale SIMI. Gli autori di presentazioni scientifiche nel corso del Congresso nazionale o dei Congressi regionali debbono includere obbligatoriamente una dichiarazione sulle relazioni finanziarie con industrie all’inizio della loro presentazione. I relatori al Congresso nazionale non dovranno percepire alcun compenso né dalla Segreteria organizzativa né dall’industria farmaceutica o biomedicale, fatto salvo il rimborso delle spese di viaggio e ospitalità.

Corsi ECM. Direttori e relatori di corsi/congressi ECM direttamente organizzati da SIMI debbono dichiarare relazioni finanziarie con industrie e presentare la Dichiarazione di Interessi Finanziari, Commerciali e Intellettuali.

Linee Guida Position paper SIMI. Membri di comitati/gruppi incaricati di redigere linee guida/position paper per conto di SIMI debbono presentare la Dichiarazione di Interessi Finanziari, Commerciali e Intellettuali. L’informazione relativa a rapporti con industrie sarà inserita nella relativa pubblicazione.

 

Conflitto di interesse

Si realizza un conflitto di interessi quando l’interesse privato di un Socio contrasta realmente o anche potenzialmente con i fini statutari della SIMI. La SIMI riconosce che i Soci, specialmente coloro che sono coinvolti in processi decisionali e promozionali a favore della Società o in ambiti di ricerca, formazione, definizione di linee-guida o raccolta di fondi, sono soggetti al rischio potenziale di conflitto di interesse.

Potenziale conflitto di interessi può realizzarsi a seguito d’incarichi in Organi statutari di Società scientifiche, Associazioni o Fondazioni di area internistica. Analogamente, conflitto di interessi può scaturire dalla propria posizione all’interno di organi deliberativi della SIMI al fine di favorire interessi personali patrimoniali quali la partecipazione a trattative e contratti in cui la controparte sia costituita da Società o Enti in cui lo stesso sia partecipe o lo siano il coniuge, i conviventi, i parenti o gli affini fino al quarto grado.

Altra potenziale fonte di conflitto di interessi può verificarsi per incarichi remunerati di consulenza, o di qualsiasi altra natura, in favore di soggetti esterni che operano in ambito sanitario. In tali casi, il Socio non deve né sfruttare né menzionare il ruolo ricoperto all’interno degli Organi deliberativi della SIMI per ottenere un qualsivoglia vantaggio e non assume nessun comportamento che possa danneggiare l’immagine della Società. Al Presidente e all’Editor-in-Chief di Internal and Emergency Medicine non sarà permesso percepire alcun compenso, fatto salvo il rimborso per spese di viaggio e ospitalità. A tutti gli altri Soci che ricoprono un ruolo istituzionale sarà richiesta una dichiarazione dell’attività svolta, con l’indicazione dell’importo percepito, che a fine anno sarà pubblicata sul sito della SIMI.

 

Valutazione e gestione dei conflitti di interesse: il Collegio dei Probiviri

Il Collegio dei Probiviri è individuato dallo Statuto come l’organo societario che recepisce eventuali segnalazioni relative ai Soci della SIMI che si rendano responsabili di atti contrari alle regole di correttezza, al decoro e alla immagine della Società e che, ove ritenuto opportuno, propone  al Consiglio Direttivo  eventuali atti disciplinari (Art. 14 e 15), assunti a maggioranza, fino alla decadenza da Socio. È opportuno, in linea con quanto sopra indicato, che il Collegio dei Probiviri rappresenti anche l’organo societario deputato a recepire le dichiarazioni di interessi finanziari, commerciali e intellettuali della Leadership SIMI.

 

Criteri per la valutazione dei conflitti di interesse

La SIMI condivide le politiche e i criteri per la valutazione di conflitto di interessi adottati da altre Società scientifiche, in particolare dalla Alliance for Biomedical Research in Europe[1]. I conflitti di interesse sono raramente se mai “assenti” o “sicuramente presenti”, ma piuttosto variano nella loro gravità e rilevanza per una particolare circostanza. Di conseguenza, il Collegio dei Probiviri valuterà potenziali conflitti considerando fino a che punto un conflitto potrebbe compromettere un imparziale processo decisionale e il grado di danno che potrebbe derivare da tale atto. Sulla base della definizione di conflitto di interessi di questo codice, il Collegio dei Probiviri utilizzerà i seguenti criteri per la valutazione di un conflitto:

  • il valore finanziario dell’interesse secondario coinvolto
  • lo scopo del rapporto(i) dell’individuo sottoposto alla valutazione, con la parte o le parti associate con l’interesse secondario
  • il valore (sia diretto che indiretto) per la SIMI dell’interesse che potrebbe essere colpito da un conflitto
  • la portata e le conseguenze per la SIMI derivanti dalla divulgazione pubblica del conflitto.

 

Violazione del Codice

Il codice in oggetto è un codice di autoregolamentazione attraverso cui la Leadership di SIMI ribadisce la consapevolezza di agire individualmente e collettivamente nello spirito del codice e nel perseguimento degli scopi statutari della SIMI. Ciascun Socio della SIMI, all’atto dell’adesione alla Società, accetta e fa proprio il presente Codice Etico.

I Soci della SIMI che identificano potenziali violazioni del presente Codice hanno facoltà di inviare circostanziata segnalazione al Collegio dei Probiviri che, sulla base della documentazione disponibile e le evidenze, gestirà il caso secondo la procedura di cui al paragrafo “Valutazione e gestione dei conflitti di interesse”. Non saranno prese in esame segnalazioni anonime.

[1] http://www.biomedeurope.org


Scarica il codice etico in formato pdf ->

piede